lunedì 12 gennaio 2015

414 -- LA MAFIA DEI CALENDARI

Non ho un calendario, non so che giorno è.
Allora passo in edicola a vedere se ne hanno, sì, mi dice che ne ha, mi indica una cesta piena di calendari, ce ne sono di tutte le forme, ma quasi tutti hanno foto e immagini di santi o preti, scartabello i vari tipi di calendari, sono tutti brutti e noto un particolare orripilante, costano cifre astronomiche: 6,90 euro, 7,90 euro, 8,90 euro, e più.
Glielo dico: Ma che cazzo di prezzi per una merda di calendario, e fanno pure cagare, preferivo quei calendari da segaioli di donne nude, non ne avete?
No.
Non ne hanno più, forse la gente non compra più quei calendari, forse le donne nude non interessano come prima, forse non si fanno più le seghe, forse preferiscono infilarsi il mouse nel culo, non si sa.
Me ne vado senza calendario, pensando che il calendario ideale ha immagini che ti attizzano, la fasi lunari e i vari consigli per l'orto e il giardino, e soprattutto costa poco, l'ideale sarebbe prendere un calendario dei frati e sulle immagini incollarci le foto di qualche rivista erotica.
Torno a casa, vedo un camionista vicino di casa che sta facendo dei lavori davanti al garage, gli dico il problema dei calendari, che non ne ho uno, che c'è una mafia dei calendari, le ditte non ne regalano più per spingerti all'acquisto di quelli in edicola a prezzi esagerati, dovrebbero mettere tutti in galera e buttare la chiave, la gente non si fa più neanche le seghe e comunque la migliore di tutte era Moana, ecc
Dopo quasi mezz'ora che blatero mi dice che lui ne ha molti buttati in camion, gliene hanno dati in diverse ditte. Va sul camion e me ne porta due.
Torno in casa contento, ma chiedendomi perché non me l'ha detto subito, poi mi rendo conto che non aveva la radio accesa e gli ho fatto da radio.


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.