venerdì 30 gennaio 2015

423 - SPAZI

Spazi da riempire
vuoti ancora vergini da colmare
relitti galleggianti
noi
abbracciamo con tutte le forze
immaginando di andare
verso l'ultima isola di speranze
tra gli oceani delle inquietudini,
speranze che col passare del tempo
diventano cenere,
ma finché sono durate
ci hanno fatto stare meglio,
come le inutili sigarette
a cui ci si aggrappa
per dimenticarsi.




Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.