domenica 10 luglio 2011

67 - LA FUGA

La casa è circondata da campi di mais, devo fuggire attraversandoli, sono infestati dagli zombie ma devo attraversarli per forza, se resto in casa sono in trappola, mi butto dentro correndo, piante di mais oltre i 2 metri sono come un muro verde, correndo piego le piante, sento mani che tentano di prendermi, mi graffiano, mi strappano i vestiti tentando di bloccarmi, quando dietro le piante trovo uno zombie scarto veloce riuscendo a divincolarmi, coperto di sangue continuo a correre, non so dove sto andando, so solo che devo correre o sono morto, solo contro tutti, sono stanco, non ce la faccio più, non so neanche se ne vale la pena, continuo sfinito, senza speranza, quando all'improvviso finisce la piantagione, sfocio sulla strada e vedo lo sceriffo, gli corro incontro felice di essere salvo, lui mi fissa e col fucile mi esplode un colpo in faccia.
Cado riverso sulla strada col cervello sparso sull'asfalto che esala un ultimo pensiero:
"Lo sceriffo è una merda d'accordo con gli zombie, dovevo immaginarlo".

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.