lunedì 4 luglio 2011

58 - FUOCO

Mio nonno era un piromane
bruciava tutto, quasi continuamente
i vicini protestavano, quasi continuamente
lui raccoglieva immondizie,
pezzi di legno, copertoni, sterpaglie
che si rilassava a bruciare
era stato in guerra
odiava Mussolini e Hitler
invece delle favole
mi raccontava storie di stragi e torture
aveva disertato, era un pregiudicato
fumava continuamente nazionali
beveva continuamente vino e liquori
si faceva strani cappelli con quello che trovava
giornali, sacchi di cemento, borse della spesa
lo consideravano un matto
ma non glielo dicevano, lo temevano
dicono che gli assomiglio molto
non credo
ma quando do fuoco a qualcosa
mi rilasso.

Il fuoco purifica. 

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.