sabato 5 settembre 2015

477 - Gioventù

Vedo pochi giovani e non parlo di età, ma parlo di gioventù mentale, di entusiasmi, di menti aperte.
A volte noto dei settantenni più freschi mentalmente di molti ventenni, persino più in forma fisicamente.
Credo sia il fatto che nascendo col culo nella bambagia non sai sognare, entusiasmarti, lottare per ottenere ciò che desideri; sai solo annoiarti dopo un po' con tutto, oggetti o persone, e fare il broncio per pretendere i soldi dai genitori.
Ovviamente non sono tutti così i giovani, ce ne sono di svegli e molto intelligenti, che mandano pure affanculo le imposizioni e cercano nuovi modi d'essere.
Ma sono una minoranza, tutto ciò che è buono di solito è minoranza, la maggioranza tende ad aggregarsi attorno alla stupidità, al ragionamento di pancia, al quieto vivere, al subire perché ...tanto il mondo va da sempre così...bisogna adattarsi, per sopravvivere...cosa vuoi farci.
L'importante è non seguire la massa ma sé stessi con i propri sogni, senza deprimersi e rassegnarsi mai, sempre col vaffanculo in canna per chi ti ostacola.
Allora l'età influirà poco, vivrai la tua vita pienamente, in ogni istante, con gli attimi che scorrono vividi e i ricordi che si tatuano dentro; persino se fallirai ogni tuo obiettivo avrai almeno vissuto come volevi tu, essendo te stesso, non quel burattino che volevano farti diventare gli altri.


Immagine: Banksy

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.