martedì 18 agosto 2015

471 - USCENDO

Siamo solitudini sparpagliate
ci sfioriamo nelle notti
ci perdiamo nei nuovi giorni,
se mi cercate non esisto
se m'incontrate non sarò io
finché sarò
dentro convenevoli e linguaggi codificati.

Uscendoci.

Rovesciandoci
in cangianti riflessi
nei bagliori della notte
specchiandoci
evanescenti lune su lame di coltelli
in pozzanghere sperse e in mari dimenticati
ci scopriamo
essendoci, ritrovandoci, concretizzandoci
per poterci riprendere
i tempi
più duri.





Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.