giovedì 4 ottobre 2012

219 - Quelli rimasti fuori


In cartoni scaldati dai lampioni
solitari corpi in sovversivi sogni
distruzioni del sistema
piattaforme petrolifere in fiamme
esaltanti fuochi tra le onde
avvistati dalla spiaggia
ma i desideri onirici
si dissolvono nelle conchiglie spezzate
rifugi infranti
sotto il peso della realtà
mentre i minuti e le ore
dalle lattine di birra colano sul marciapiede
la fortuna è tutta in un sorriso
che ti regala un cane
mentre piscia su un cerchione in lega.




Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.