sabato 4 febbraio 2017

617 - LE FOTO DEI DOCUMENTI

Quando si fanno le foto per la carta d'identità guardandole quasi non ci riconosciamo, ci vediamo brutti, dei mostri, ci spaventiamo. Però quando, dopo molti anni, le ritroviamo tra le vecchie foto ci riconosciamo e ci piacciamo.
Perché succede questo?
Perché ogni giorno il tempo ci scolpisce la faccia, senza che ce ne rendiamo conto, mentre noi siamo sempre ancorati al rassicurante passato, ignorando il preoccupante presente, che solo quando passa lo riconosciamo nostro.
Siamo fantasmi del passato dentro un'astronave/corpo che viaggia nel tempo e il tempo si pianta in faccia, sfigurandoci il volto.
Ma anche i volti sfigurati dal tempo se lo hanno percorso intelligentemente hanno un loro fascino, superiore ai faccini freschi ma insignificanti che ci propongono come modello le pubblicità.
Vedo certe donne della mia età che hanno un aspetto, per me, più interessante e affascinante adesso che quando erano ventenni. A ogni modo quelli che cercano l'aspetto sempre giovane nell'altro cercano solo un corpo, non una persona, non gliene importa niente dei pensieri che contiene e della sua vita, è solo una forma di prostituzione, del tipo peggiore e più degradante, ma per molti è apparentemente ineccepibile perché è nascosta dalle convenzioni sociali.
Pertanto se vi vedete una faccia da culo flaccido non preoccupatevi, magari è una faccia da culo che affascina e quelli a cui piace vi vogliono bene veramente, a ciò che siete, nonostante ciò faccia schifo persino a voi stessi.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.