domenica 7 febbraio 2016

506 - DROGHE PESANTI

C'era un drogato, lavorava in una cartiera dove riciclano la carta vecchia e ne fanno di nuova.
Tutti gli dicevano: "Hai un buon lavoro, sei fortunato, lavora e non drogarti!"
Lui ha smesso di drogarsi e ha continuato a lavorare; ma poi è morto di tumore. Tutti maledivano la droga che aveva assunto, era causato da quello dicevano.
Un giorno facendo una camminata col mio cane sono passato per la zona industriale. La strada passa accanto alla cartiera, a circa cento metri di distanza, faticavo a respirare dall'odore di solventi che arrivava fin lì e dai fumi che uscivano dai camini.
Il cane ha voluto tornare indietro. Gli operai invece vedevo che lavoravano tranquillamente, loro si erano abituati.
Ho pensato al tipo morto, se gli avessero detto di smettere di lavorare e continuare a drogarsi ascoltandoli avrebbe fatto una vita più sana, probabilmente non sarebbe morto.
Avete fatto caso che non c'è mai nessuno che consiglia di smettere di lavorare, anche se uno fa il lavoro più schifoso, pericoloso e degradante dell'universo; mentre c'è sempre qualcuno che consiglia di smettere col drogarsi, anche a chi si fuma una cannetta alla settimana.
Certe sostanze stupefacenti sicuramente fanno male; ma la droga più pesante e tossica per l'uomo spesso è il lavoro.
Però il lavoro è legale, e obbligatorio.




Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.