sabato 14 luglio 2012

183 - Inadatto

Disomogeneo al genere umano
dentro percorsi casuali
zigzagante
inafferrabile anche a me stesso, sto fuori
espulso da ogni contesto
da ogni usanza del vivere civile e incivile
mi spreco verso un orizzonte
che non c'è
passato burrascoso
un relitto umano sulle spiagge dell'oggi
il futuro viene decriptato solo guardando il percorso fatto
il disegno puoi completarlo costruendo su te stesso
ma io sono macerie
confusione, risate sull'abisso
domani
è solo un vago punto di domanda.



Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.