lunedì 11 giugno 2012

174 - immagine di Angela Caporaso: Micro - parole di Andreas Finottis: Ridente paese


Angela Caporaso: Micro
Ridente paese


Stazionare in paese
vuotamente, vuota mente
mentre
l'orologio ruota il caricatore sulla tempia
il meccanismo lo sai a memoria
e le stagioni sfioriscono sulle facce
microcosmo
vai e torni
ma ovunque vedi il tuo paese
altri microcosmi identici
piccoli mondi di certezze piccole
e continuerai a guardare
dalla periferia della periferia
di qualcosa che non esiste
e
con le tue illusioni e con i tuoi sogni
il calendario un giorno
ti taglierà la gola
intanto
stazioni, agonizzi e parli
di cerchi in lega, di calcio
e soprattutto di cazzi altrui
mentre una triste orchestra allieta
con un allegro ballo sudamericano
che addormenta l'ultimo sussulto
siamo così pronti per l'esecuzione
già avvenuta.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.