venerdì 10 ottobre 2014

383 - domatori d'alberi

Uno splendido albero gigantesco
crescendo ha rotto il cerchio di cemento
che delimitava la sua zona
con le radici ha spostato la superficie del marciapiede.

Un anziano di quelli che guardano sempre in giro
per spiare la vita e i cazzi degli altri
è inciampato cadendo
spaccandosi la faccia e fratturandosi un polso.

La settimana dopo avevano tagliato a pezzi l'albero
al suo posto ora c'è un alberello
grande come un uomo qualunque
resterà domestico nel piccolo spazio concesso
e potranno passeggiare tranquilli
vecchi rimbambiti e bambini futuri criminali
senza pericoli, senza alberi
nel loro illusorio mondo liscio e sterilizzato
tra il migliore gas delle marmitte catalitiche.




Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.