domenica 15 giugno 2014

351 - RESIDENTI

Panorami
di spenti silenzi
tra le note delle ore
e tra i dispersi sguardi
deposti sullo spartito
delle abitudini
in un paesino perso
in provincia di niente.

Noi residenti
siamo solamente unghie disperate
di corpi trascinati via dal tempo
che tentano di scalfire
i marmi degli altari
scrivendo
nel vuoto del nostro tempo:
"La vita è..."




Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.