giovedì 26 novembre 2015

497 - FULMINI E ARCOBALENI

Tuonano questi tempi
ci filmano fulmini
ci fermano le menti
per chiuderci gli orizzonti.

Mi respiro in umana convinzione
alle offerte di lugubri avvenire
mi ribello
inseguendo gli arcobaleni
sfondando ogni scena imposta
ti tendo la mano
cogliendoti straniero
facendo umanamente parte
di un futuro noi.

Padroni
di acciai e petroli
si vogliono far dimenticare
distraendo i servi
facendoli lottare tra di loro
per racimolare le briciole
per mangiarsi tutto
sempre più, senza limiti.

Il nemico
è sempre chi ci manovra.











Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.