venerdì 24 gennaio 2014

323 - viaggi qualunque

Futuri presenti
in quadri appesi
a cordoni ombelicali
mentre rose rosse clandestine
schiacciate dai tacchi a spillo
agonizzano specchiandosi in pozzanghere
e impropri lampioni
si arrampicano sul buio
io e i miei piedi strisciamo
slalom di pensieri sui marciapiedi
tra appuntamenti e scadenze
penosamente, faticosamente
arrivo alla stazione
faccio il biglietto
e parto
verso nessun luogo.



Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.